https://spedirecomodo.it/ Trend e-commerce. Scenario Logistica e Spedizioni | SpedireComodo

Trend e-commerce. Scenario Logistica e Spedizioni

Trend ecommerce

Tutto quello che devi sapere per ridurre i costi di spedizione

L’e-commerce B2C ha raggiunto una quota pari a circa il 10% del commercio consumer mondiale. La vendita online di prodotti fisici ha superato in valore la vendita di servizi (turismo e trasporti, assicurazioni, etc…) e rappresenta il 62% del totale delle vendite e-commerce, mostrando anche tassi di crescita maggiori rispetto alla vendita online di servizi, in tutti i principali Paesi.

Il livello di sviluppo e le caratteristiche dell’e-commerce sono molto diverse da Paese a Paese. Le differenze tra i vari Paesi non consistono solo nei diversi livelli di penetrazione e di spesa online, ma anche negli stili di acquisto, nella tipologia di servizi di delivery preferiti, nella composizione del mercato degli operatori leader online.

Il valore dell’e-commerce B2C italiano nel 2019 è stimato dall’«Osservatorio E-commerce B2C, Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano», in 41 miliardi di Euro, pari a circa il 9% degli acquisti degli italiani. Se consideriamo solo l’e-commerce dei prodotti, ovvero di quella parte di vendite online che richiede una logistica e un packaging, il valore complessivo è di circa 26 miliardi di Euro, in crescita nel 2019 del 28% e pari al 56% del totale dell’e-commerce italiano. Il volume di consegne che ogni mese si muovono in Italia è stimato in oltre 20 milioni di Euro.

Gli e-shopper italiani sono 22 milioni, in crescita del 10% rispetto al 2018. La percentuale di acquisti fatti da Smartphone è pari al 36%, contro il 25% del 2018. Gli acquisti da Tablet restano stabili all’8% come nel 2018. Informatica ed elettronica sono ancora la prima categoria per volume di acquisto degli italiani, seguita dall’abbigliamento. Tutti i settori registrano comunque tassi di crescita molto alti.

Il mercato italiano dell’e-commerce mostra tassi di crescita maggiori rispetto ai Paesi attualmente più penetrati dal canale digitale e rappresenta perciò uno dei mercati più attrattivi. Molte aziende, soprattutto PMI tradizionali, stanno sviluppando il loro canale e-commerce e migliorando politiche di integrazione dei canali fisici, sia lungo il percorso di acquisto, sia ai fini dei servizi di consegna a domicilio e reso.

Per l’Italia l’e-commerce è un’opportunità enorme, considerando anche il potenziale non sfruttato di digital export. Tre soli Paesi, vicini e già importanti per l’export italiano, ovvero Francia, Germania e Regno Unito, rappresentano da soli oltre il 60% del mercato e-commerce europeo.

Per l’Italia quindi l’e-commerce può rappresentare una leva di sviluppo molto importante. I servizi logistici, in particolare quelli per il digital export, così come gli aspetti normativi connessi al trasporto, potranno risultare nei prossimi anni un punto di forza o di debolezza per lo sviluppo del made in Italy. 

Lo sviluppo dell’e-commerce nei diversi settori avviene anche via via che le Aziende Merchant e i loro partner logistici riescono a individuare le corrette soluzioni di logistica e trasporto. Ad esempio, sono in fortissima crescita le vendite di mobili e di tutti i prodotti per la casa, settore che ha richiesto la messa a punto di soluzioni di imballaggio e di trasporto dedicate. È in fortissima crescita anche il settore della vendita di gioielli e dell’orologeria di alta e altissima gamma, con consegna a casa, per il quale gli operatori hanno dovuto individuare soluzioni logistiche adeguate. Lo stesso settore dell’abbigliamento che risulta essere il più venduto online ha richiesto servizi e imballaggi particolari, ad esempio per la consegna dei capi spalla, piuttosto che per la gestione dei resi che spesso richiedono piccoli interventi di stiratura e piegatura, ovvero reparti in magazzino dedicati.

Se analizziamo come i grandi player dell’e-commerce hanno avuto successo e come stanno oggi difendendo le loro quote di mercato, vediamo che la logistica e le spedizioni giocano un ruolo chiave. Sembra quindi che il territorio competitivo della logistica e della delivery sia uno dei territori più vitali dove si gioca la battaglia dell’e-commerce e del mercato retail del futuro. I marketplace diventano connettori di servizi digitali e logistici, ridefinendo gli standard logistici e di trasporto delle vendite online e giocando sempre più al rialzo, per valorizzare i volumi raggiunti e alzare barriere all’ingresso per i nuovi operatori. 

L’importanza della logistica è ancora più evidente nei modelli di e-commerce multicanale, dove i processi commerciali con il cliente, prima e dopo l’acquisto, possono avvenire sia nei canali digitali sia nei negozi tradizionali. Per questi modelli, le Aziende Retail e i loro partner logistici devono sviluppare nuovi flussi di spedizione e il negozio assume anche un nuovo ruolo logistico. 

Infine, occorre ricordare anche lo sviluppo dell’e-commerce B2B che da un lato richiede un ridisegno dei modelli logistici e di trasporto e dall’altro tende sempre di più ad assomigliare all’e-commerce B2C, andando quindi ad alimentare il forte flusso di merci che si è spostato dalle filiere logistiche tradizionali alle nuove filiere dell’e-commerce. 

I processi e gli ambiti che interessano la logistica per l’e-commerce, così come i settori e gli attori coinvolti, sono molti. In tutti i diversi ambiti, la logistica per l’e-commerce ha delle specificità significative. Nel retail tradizionale la logistica gestisce e movimenta ordini diretti a distributori e negozi, quindi ordini con dimensioni, imballaggi, tipologie di mezzi e modalità di consegna idonei a una logistica B2B. Nell’e-commerce B2C, gli operatori logistici e i processi di magazzino lavorano ordini e preparano spedizioni dirette al cliente finale. Gli spedizionieri e i corrieri devono consegnare a casa dei clienti, in ufficio o presso altri punti di consegna e ritiro. Gli ordini hanno dimensioni molto più piccole rispetto al retail tradizionale e richiedono tempi di lavorazione e delivery molto rapidi. Sono diverse rispetto al retail anche le tipologie di imballaggi, le modalità di consegna e i sistemi informativi a supporto.

Il cosiddetto Ultimo Miglio (Last Mile), ovvero la consegna a domicilio al cliente, è forse la parte più caratterizzante per l’e-commerce ed è anche uno degli elementi di maggior cambiamento non solo per i corrieri, ma anche per gli impatti che l’e-commerce sta generando sui sistemi di viabilità delle nostre città.

Consegnare le merci direttamente a domicilio non è facile e la consegna al cliente finale è uno dei campi di battaglia principali dell’e-commerce.

Le spedizioni infatti hanno un’incidenza molto importante sui costi delle attività ecommerce. Come abbiamo descritto, alla spedizione sono legate dinamiche come quella del prezzo, della gestione del magazzino e della logistica e quelle legate al confezionamento dei pacchi da spedire.

Per chi vende online la spedizione è un fattore che non può essere trascurato in quanto è a tutti gli effetti uno strumento fondamentale di marketing per avere clienti soddisfatti e fidelizzati. Con l’invio dei prodotti si chiude il ciclo di vendita e molto spesso le spese di spedizione fanno la differenza tra una vendita andata a buon fine o carrello abbandonato.

I principali studi di settore sottolineano infatti che il 56% delle vendite abbandonate nel carrello in Europa è causato da costi di spedizione troppo alti e da tempi di consegna troppo lenti (39%).

Questi dati ci confermano quindi che la spedizione è un aspetto da curare nel dettaglio e che va a tutti gli effetti considerato parte indispensabile per il successo di un’attività di vendita online e non come un servizio accessorio e di poco conto.

Se da un lato la scelta del Corriere Espresso a cui affidare i pacchi è importante per i tuoi clienti dall’altro questo servizio può incidere notevolmente sui costi complessivi di un’attività di vendita online e per non buttare soldi è necessario capire come ridurre i costi di spedizione senza compromettere la possibilità di offrire un buon servizio di consegna pacchi a domicilio.

consegna pacco domicilio spedirecomodo

Scegliere il Corriere giusto per un eCommerce B2C

Prima di approfondire come scegliere un corriere e come valutare i prezzi di spedizione è importante sapere perché le spedizioni rivestono un ruolo così strategico per una qualsiasi attività di vendita online sia essa fatta attraverso una piattaforma dedicata (sito web con e-shop), oppure attraverso Marketplace come eBay e Amazon, o anche tramite gli strumenti di vendita offerti da social network, come Facebook.

La gestione della logistica rappresenta un aspetto centrale nel business di un eCommerce e questo deriva dal fatto che quando si acquista online oltre alla qualità e al prezzo dei prodotti, i consumatori valutano la facilità del processo di acquisto, la velocità e il costo della spedizione.

La spedizione per un eCommerce e la sua gestione influisce direttamente su:

  • Abbandono del carrello: costi troppo alti, modalità di spedizione non trasparenti, tempi di consegna lenti possono far interrompere il processo di acquisto durante la fase di checkout.
  • Reputazione del negozio online: un acquisto che arriva nei tempi previsti e integro influisce positivamente sulla reputazione del venditore. Al contrario ritardi nella consegna oppure pacchi danneggiati favoriranno perdite di credibilità e fiducia, con il rischio di essere amplificate anche dal passaparola negativo.

Le spedizioni dei tuoi prodotti tuttavia non dipendono direttamente dal tuo controllo, quindi prima di affidarti al primo corriere che capita sarebbe necessario fare approfondite ricerche sui vari Corrieri Espresso, sulla loro efficienza, capillarità e affidabilità. Questi fattori devono pertanto essere considerati tanto importanti quanto i costi per le varie tipologie di spedizione e i vincoli di volume che solitamente vengono richiesti.

Affidarsi ad un Sito specializzato di spedizioni online come Spedirecomodo agevola in maniera significativa il tuo lavoro poiché tutte le attività legate alla gestione del ritiro e della consegna dei tuoi prodotti con i maggiori Corrieri Espresso sono demandate ad un operatore qualificato in grado di proporti le migliori soluzioni adeguate alle tue esigenze al prezzo più basso.

I fattori per scegliere con chi spedire i tuoi pacchi

Per scegliere il Corriere a cui affidare i tuoi pacchi e capire come contenere i costi di spedizione dovrai ottenere informazioni principalmente su questi aspetti:

1. Il listino prezzi: oggi Corrieri e Spedizionieri offrono una gamma di tariffe molto ampia per coprire le molte esigenze di trasporto nazionale ed internazionale. Tuttavia risulta molto complicato capire quale sia il piano tariffario più adatto ai nostri bisogni perché molto spesso le offerte non sono chiare e includono costi nascosti.

2. Tempi di consegna: oggi la maggior parte dei Corrieri hanno allargato le loro soluzioni di trasporto offrendo diversi servizi che variano per tempi di consegna. Le tempistiche sono strettamente correlate ai costi e tendenzialmente a tempi di consegna brevi corrispondono tariffe più alte.

3. Servizi aggiuntivi: i servizi accessori sono il vero fattore che differenzia Corrieri e Spedizionieri e che possono essere anche un punto di forza o di debolezza. Infatti, scegliere un Corriere che permetta di personalizzare la consegna a domicilio, di assicurare la merce o che accetta il pagamento in contrassegno possono consentire di offrire un miglior servizio ai tuoi clienti. I servizi aggiuntivi tuttavia sono anche un elemento che generalmente fa aumentare il costo della spedizione e anche di molto.

4. Servizio Clienti: un elemento chiave nella logistica per l’e-commerce sono i servizi di Assistenza che vengono frequentemente usati dai clienti nelle fasi di post-vendita soprattutto per chiedere informazioni o gestire la consegna a domicilio della spedizione, oppure i resi dei prodotti non conformi. Tale peculiarità crea una connessione fortissima tra la gestione del Last Mile logistico (consegna e reso) e il Customer Care. I servizi informativi e di gestione della delivery, soprattutto online, giocano quindi una funzione importante e un ruolo crescente nell’interazione e nella soddisfazione del cliente finale, ma anche nella riduzione dei costi di assistenza. 

Quando avrai raccolto le informazioni su ognuno di questi tre aspetti avrai composto un quadro generale dei costi e dei servizi che possono accrescere la competitività del tuo eCommerce. Tuttavia, ricorda sempre che c’è qualcuno che può fare tutto questo per te. 

Spedirecomodo è uno dei maggiori operatori nazionali per la gestione delle spedizioni pacchi, buste e pallets. La missione principale consiste nel prendersi cura di tutte le attività di ricerca, analisi e selezione delle migliori offerte di trasporto secondo le particolari esigenze di ogni azienda ecommerce. Spedirecomodo si interessa per tuo conto di ottenere prezzi vantaggiosi da tutti i più importanti Corrieri Espresso per ogni tipologia di spedizione, di seguire tutto il processo di trasporto e consegna dei tuoi prodotti al cliente finale, di fornire a te e ai tuoi Clienti tutta l’assistenza qualificata per rendere l’esperienza di acquisto nel tuo ecommerce all’altezza delle aspettative.

Spedire facile, veloce, economico con Poste Italiane, BRT Bartolini, SDA, Nexive, Glovo, Skynet e prossimamente GLS.

Il Team di Spedirecomdo